PAOLO ARDINGHI
Violinista

Conosco Michel Eggimann dal 1991 anno del suo arrivo a Lucca.
Nonostante la mia città sia la patria di musicisti come Geminiani, Boccherini, Puccini e Catalani, l’arrivo di un liutaio è stata una sorpresa incredibile !!!
Raccordo lo stupore tra noi musicisti, un liutaio Svizzero in città che costruisce copie di Stradivari e Guarneri, chi è questo folle?
Con il passare degli anni ho conosciuto Michel ma nonostante la stima reciproca ero troppo preso dalla ricerca di un violino antico e non pensavo minimamente di acquistarne uno suo.
Le caratteristiche del mio Eggimann sono fantastiche, dopo pochi mesi ho eseguito nella stessa sera i concerti K.216 e K.219 di Mozart e da allora non ho smesso di usarlo. E’ un violino con un’emissione facilissima ed è adatto per la musica da camera, duo con pianoforte e solista con orchestra.
Spesso cerchiamo le cose lontane e non ci accorgiamo di averle a portata di mano.
Devo dire che Michel in tutti questi anni non mi ha mai proposto i suoi violini, solo di rado mi chiedeva di provarli per la messa a punto prima di consegnarli a qualche violinista importante. Nonostante tutto, non capivo che ogni tanto suonavo degli strumenti a dire vero unici.
E’ incredibile pensare che un liutaio se ne stia nella sua bottega, ti accolga offrendoti un caffè e non gli sfori minimamente di venderti un suo strumento; sapete perché? E’ ovvio, i suoi strumenti si vendono da soli…
Da un po’ di tempo Michel si è trasferito a Roma e purtroppo Lucca ha perso uno degli artisti che negli ultimi anni più l’hanno resa famosa in Europa e nel Mondo.

Curriculum